ECO-INNOVAZIONI , COUNTDOWN PER LE DOMANDE

Eco-innovazioni in pista di lancio. Nell’imminenza della prima data utile per presentare le domande di ammissione ai benefici (giovedì 31 gennaio), l’Amministrazione comunale organizza un incontro pubblico (giovedì 24 Gennaio, dalle ore 15.30, sala consiliare di palazzo Orsini) per illustrare le possibilità offerte dal bando pubblicoAiuti alle Piccole e Medie Imprese verdi per l’ecoquartiere, a “sportello” e senza graduatoria, per otto eco-innovazioni destinate a beneficiare di finanziamenti a fondo perduto e/o garanzie per gli investimenti presso la Unionfidi regionale.

 

All’incontro sono invitate le piccole/medie imprese dello Scalo, beneficiarie del bando, disponibile integralmente ed illustrato con una semplice brochure informativa nel sito del Comune (www.comune.monterotondo.rm.it – sezione PLUS e Gare e concorsi) e presso la Delegazione comunale allo Scalo. Con questo bando  si entra nella fase esecutiva dei uno dei dieci interventi previsti dal PLUS, il Piano locale urbano di sviluppo del Comune di Monterotondo, premiato con erogazioni europee e regionali per complessivi cinque milioni di euro.

 

Il bando punta sulle “eco-innovazioni”, cioè prodotti o servizi che consentono all’utilizzatore di risparmiare energia o acqua, di ridurre le emissioni di gas clima-alteranti e la produzione di rifiuti, in generale di ridurre l’impatto sull’ambiente. Le imprese che abbiano progettato un prototipo, che siano in possesso (o collaborino con chi è in possesso) di una eco-innovazione commerciabile, che siano detentrici o acquirenti di brevetti relativi a prodotti e servizi “verdi”, che ne vogliano sperimentare un’ulteriore miglioria e che intendano investire su questi, possono trovare nel bando un’occasione, uno stimolo e un sostegno concreto (garanzie per investimenti fino a 500.000 euro e fondo perduto di massimo 12.500 euro).

 

«Da un punto di vista produttivo ed imprenditoriale - afferma l’assessore alle Attività produttive Gabriella Fagnaniil bando mira innanzitutto ad incoraggiare le imprese dello Scalo ad innovare, sviluppando e inserendo nel mercato prototipi di nuovi prodotti verdi oppure mettendosi in relazione con imprese esterne al territorio che hanno già eco-innovazioni, al fine di co-produrle, migliorarle e venderle sul territorio. Non secondariamente si propone di costituire una rete tra le imprese stesse, sia che abbiano il settore dell’ambiente nel proprio core business aziendale, sia che intendano sperimentarsi ed investire nelle tecno-innovazioni verdi, che, in ogni caso, rappresentano uno dei pochi settori economici, produttivi ed occupazionali che meno risentono di questo particolare momento di crisi».

 

«Una rete – aggiunge il sindaco Alessandriche nei nostri auspici può avere come obiettivo ultimo la costituzione alla Scalo di un distretto dell’economia verde, ad alto e diffuso tasso di specializzazione verso produzioni e professionalità nel settore dell’ambiente. In ogni caso il processo virtuoso non riguarda solo le imprese, tutt’altro. Sarà infatti possibile offrire alle famiglie, dello Scalo e non solo, prodotti che fanno risparmiare energia, che diminuiscono la produzione di rifiuti, che consentono di risparmiare, introducendo stili di vita maggiormente virtuosi. Nuovi stili di vita che possono risultare gli strumenti in grado di plasmare quella nuova identità dell’eco-quartiere Scalo che resta un obiettivo prioritario del Plus».


Condividi l'articolo:


Rubriche

  • CHI VOTERESTE PER IL SINDACO DI MONTEROTONDO


    MAURO ALESSANDRI (sindaco uscente)
    MAURO D'ANDREA (centro destra)
    ILARIA CALABRESE (movimento cinque stelle)
    FABIO FEDERICI (liste civiche)
    ANTONIO TERENZI (fratelli d'Italia)



Area Riservata

utente:
password: