TAGLI AI TRENI DEI PENDOLARI: SCATTA LA RIVOLTA

Viabilità sconvolta stamattina per la protesta spontanea dei pendolari eretini che in seguito al solito disservizio del servizio di trasporto ferroviario hanno occupato i binari della stazione eretina, bloccando per oltre tre ore la circolazione dei treni. Molti dei pendolari si sono allora riversati sulla Salaria per andare a Roma, sconvolgendo il traffico su gomma. Ripercussioni si sono avuti anche sulla Via Tiberina e la Traversa del grillo.

Sulla questione interviene Giuseppe Rossodivita, consigliere radicale alla regione Lazio:

"La rivolta dei cittadini utenti del servizio ferroviario regionale di questa mattina a Monterotondo non è certamente inaspettata. E’, infatti, inevitabile l’esasperazione di chi sta subendo, ormai da un anno e mezzo, gravissimi disservizi: ritardi continui, cancellazione di corse, affollamento estremo nelle ora di punta, condizioni igieniche vergognose. Una situazione, quella della linea FR1, che abbiamo più volte denunciato anche con due recenti interrogazioni rimaste, peraltro, senza risposta. Oggi, di fronte alla legittima protesta dei pendolari, l’assessore Lollobrigida annuncia “verifiche” per appurare le eventuali responsabilità delle FS su questi ultimi gravissimi disservizi. Peccato che l’assessore Lollobrigida e la presidente Polverini non si siano degnati di rispondere alle nostre due interrogazioni disinteressandosi completamente dei gravi quotidiani disservizi del trasporto ferroviario regionale, indegni per un paese civile, che da tempo, con i pendolari, denunciamo. "

Sulla vicenda entra anche Tullio Galassetti dell'Idv eretina: "“Più vagoni e meno ritardi! è la richiesta che emerge dalla spontanea e pacifica manifestazione che ha portato, stamane, all’occupazione dei binari ferroviari della stazione di Monterotondo da parte degli utenti – commenta il Presidente della Commissione Bilancio del Comune di Monterotondo, Tullio Galassetti”. “Anche io, come tutte le mattine, mi sono recato in stazione per prendere il treno e recarmi a lavoro – continua il Consigliere Comunale – quando mi sono trovato davanti ad unafolla di persone giustamente esasperate dai malfunzionamenti e dalle frequenti soppressioni e ritardi dei convogli ferroviari. Mi sono unito a loro con l’obiettivo di fare in modo che la manifestazione ottenesse dei risultati”. “Credo che l’incontro del Dirigente di Trenitalia, che ha raggiunto la mobilitazione su richiesta dei manifestanti – e il Sindaco di Monterotondo, Mauro Alessandri, abbia sortito qualche effetto: domani in mattinata (06.05.2011) ci incontreremo con il Direttore Regionale di Trenitalia S.p.A., assieme anche ad una delegazione di pendolari, per definire una serie di richieste che hanno l’obiettivo di rendere quantomeno decente il servizio ferroviario nella nostra stazione”. “Mi ritengo altresì molto preoccupato – denuncia Galassetti – per l’incolumità di una donna, e del bambino che portava in grembo, che sembra aver subito un malore proprio nel convoglio bloccato nella nostra stazione. Spero che se questo episodio sarà confermato venga fatta al più presto chiarezza”. “Sono circa 65.000 i pendolari che quotidianamente usufruiscono di questo servizio – spiega Galassetti – e la situazione di grave disagio dei viaggiatori è davvero gravissima: code indegne negli orari di punta, scarsa pulizia delle vetture e ritardi frequenti dei convogli che provocano pesanti irregolarità dell’esercizio e forti disagi per chi si reca a Roma, sia per studio che per lavoro”. “A riguardo ho anche presentato una Mozione nella seduta consigliare del 14 aprile 2011 – dichiara il Presidente della Commissione Bilancio, Tullio Galassetti – dove l’Amministrazione ha chiesto a Trenitalia Ferrovie dello Stato S.p.A, di intervenire urgentemente per sanare i gravissimi disagi riguardanti soprattutto il sovraffollamento delle vetture negli orari di punta e domani parleremo anche di questo”. “Mi auguro – conclude Galassetti – che domani il Dott. Lamberto Cardia, Presidente di Trenitalia Lazio, ci dia risposte certe sia sull’adeguamento degli standard di pulitura dei treni, sia sull’aumento del numero delle carrozze fino ad ora insufficienti" 


Galleria Fotografica:

Condividi l'articolo:


Rubriche

  • CHI VOTERESTE PER IL SINDACO DI MONTEROTONDO


    MAURO ALESSANDRI (sindaco uscente)
    MAURO D'ANDREA (centro destra)
    ILARIA CALABRESE (movimento cinque stelle)
    FABIO FEDERICI (liste civiche)
    ANTONIO TERENZI (fratelli d'Italia)



Area Riservata

utente:
password: